A2, la myCicero batte Chieri (3-1) e conquista le semifinali

16174483_618296588359109_7338462059073704332_n

MYCICERO – FENERA  3-1 (18-25; 25-18; 25-19; 25-16)

MYCICERO PESARO: Di Iulio, Degradi 6, Tonello 14, Kiosi 10, Santini 11, Mastrodicasa 6; Ghilardi (L), Bussoli 7, Pamio 13, Rimoldi, Gamba. N.e.: Olivotto. All.: Bertini.

FENERA CHIERI: Vingaretti 2, Serena 8, Caneva 9, Nenkovska 9, Mezzi 10, Leggs 4; Bresciani (L), Provaroni 4, Errichiello 6, Armando, Scapati 1. N.e.: Tasca. All.: Guidetti.

ARBITRI: Sessolo e Piubelli.

myCicero: battute sbagliate 8, battute vincenti 3, ricezione 59% (prf.33 %), attacco 32%, errori 22, muri 12.

Fenera: battute sbagliate 9, battute vincenti 1, ricezione 62% (prf.27 %), attacco 27%, errori 26,  muri 13.

PESARO –  La myCicero cede un set a Chieri, ma si aggiudica la partita e l’accesso alle semifinali di Coppa Italia che la vedrà di fronte a Legnano l’8 febbraio.

Il match si apre con la battuta di Isabella Di Iulio e il punto pesarese arrivato con la schiacciata di Kiosi. Chieri pareggia subito i conti e dopo uno scambio infinito riesce a portarsi in vantaggio (3-2). La myCicero riporta i conti in parità sul 4-4, si prosegue punto a punto. Le battute di Serena portano in vantaggio Chieri che mette a segno un parziale di 5-0 (da 8-9 a 13-9). Il coach pesarese ferma il gioco sul 9-13 ma le rossoblù faticano a fermare l’avanzata piemontese, Chieri raggiunge un vantaggio di +7 (20-13). Nelle file pesaresi Bussoli, Rimoldi e Pamio sostituiscono Degradi, Kiosi e Di Iulio e la squadra pesarese riesce a assottigliare il distacco (15-21). Pesaro accorcia le distanze fino a 18-23, il coach piemontese chiama time out e Fenera riprende in mano il gioco chiudendo il set.

Anche il secondo parziale si apre con il punto pesarese subito pareggiato da Chieri. Pesaro guadagna un vantaggio di 3 punti (5-2) e il coach piemontese chiama time out ma le battute di Degradi e le schiacciate di Kiosi portano la myCicero a +6 (8-2). Fenera riesce a accorciare le distanze ma Mastrodicasa e compagne non cedono e sull’11-5 coach Giudetti ferma nuovamente il gioco. Chieri mette a segno un parziale di 3-0 (12-8) e adesso è Bertini a chiamare time out. Le piemontesi riducono il vantaggio pesarese a +2 (14-12). Con le battute di Degradi, Pesaro si riprende il vantaggio  con un parziale di 5-1 (19-13). Chieri riesce nuovamente a recuperare il distacco (22-18) ma Pesaro non demorde e grazie all’errore di Serena in attacco chiude il set e si aggiudica il passaggio alle semifinali di Coppa.

Formazioni rimaneggiate per la terza frazione con le due squadre che schierano in campo le seconde linee. Il primo punto è a favore delle ospiti con le pesaresi che pareggiano subito il conto, le due squadre proseguono punto a punto fino al 3-3, Pesaro guadagna un vantaggio di 2 punti (5-3); Chieri prova a recuperare ma la myCicero allunga ancora le distanze con un parziale di 3-0 (9-6). Guidetti ferma il gioco e Fenera riesce a riportarsi in parità con un contro parziale di 3-0 (9-9). Mastrodicasa e compagne si riportano in vantaggio, sul 15-12 coach Guidetti chiama nuovamente time out ma Pesaro non arretra e si porta a +7 (21-14). Chieri accorcia le distanze con un parziale di 3-0 e sul 21-17 Bertini ferma il gioco. La partita procede punto a punto ma è un attacco di Pamio a chiudere il set in favore di Pesaro.

E’ pesarese il primo punto della quarta frazione, messo a segno da Alice Pamio: Pesaro si porta velocemente a +2 (3-1), Chieri raggiunge la myCicero sul 3-3, si prosegue punto a punto. Con un parziale di 3-0 Pesaro prova a scappare (9-6) e il coach piemontese ferma il gioco. La squadra di Bertini prosegue la sua corsa e sul 12-7 Guidetti chiama nuovamente time out: la Fenera riesce a accorciare le distanze fino al 13-10. Ma con un parziale di 6-0 le rossoblù allungano le distanze (21-13), Chieri prova a rimanere ancorata al set ma con un attacco di Bussoli, la myCicero chiude set e partita.

“Ho tanta voglia di giocare e sono contenta della mia prestazione di stasera – commenta così Viola Tonello al termine della contesa –  siamo partite un po’ tese ma poi ci siamo sciolte e abbiamo portato a casa il risultato facendo vedere anche una buona pallavolo”.