La myCicero espugna ancora Chieri (3-0)

Partita contro Chieri

FENERA – MYCICERO 1-3 (19-25; 25-23; 25-27; 22-25)

FENERA CHIERI: Vingaretti, Serena 14, Caneva 11, Nenkovska 16, Mezzi 12, Leggs 10; Bresciani (L), Errichiello 2, Provaroni , Scapati 2, Armando. N.e.: Tasca. All.: Guidetti.

MYCICERO PESARO: Mastrodicasa 12, Di Iulio 2, Degradi 18, Olivotto 16, Kiosi 15, Santini 10; Ghilardi (L), Bussoli, Pamio 2, Rimoldi. N.e.: Gamba, Tonello. All.: Bertini.

ARBITRI: Traversa e Del Vecchio.

Fenera: battute sbagliate 9, battute vincenti 3, ricezione 56% (prf. 21%), attacco 34%, errori 25, muri 11.

myCicero: battute sbagliate 10, battute vincenti 8, ricezione 72% (prf. 30%), attacco 34%, errori 24, muri 13.

CHIERI – La myCicero sconfigge per la quarta volta, in altrettanti incontri, la Fenera che però esce tra gli applausi del suo pubblico. Bella partita quella ammirata nel nuovo palazzetto di Chieri con gli attacchi che hanno fatto la differenza visto che le attaccanti di entrambe le squadre sono andate tutte in doppia cifra. Forse, l’esperienza di Mastrodicasa e compagne ha fatto la differenza con il terzo parziale (che ha visto Pesaro annullare 2 set ball alle piemontesi) a fare da ago della bilancia nell’economia della partita. Ma andiamo per ordine.

Avvio equilibrato ma sul 7-5 la myCicero prende due punti di vantaggio che manterrà e, anzi, allungherà nella fase centrale fino ad arrivare al 21-13. Sussulto di orgoglio delle padrone di casa che con un parziale di 4-0 provano a rianimare il set. Ma il time out chiesto da Bertini riordina le idee alla sua squadra e la myCicero arriva a 25 grazie ad un attacco di Olivotto.

Seconda frazione che vede le padrone di casa partire con il piede giusto portandosi subito sul 5-3. La myCicero ribalta la situazione in suo favore con un parziale di 3-0 (6-5) costringendo Guidetti a fermare immediatamente il gioco. Si viaggia punto a punto con Serena e compagne che provano ad allungare sul 12-10 e poi sul 13-11 ma prima Olivotto e poi Degradi, in battuta, pareggiano i conti (13-13). Si procede ancora punto a punto: Cheri prova un nuovo allungo (17-15) e Bertini chiama time out. Al rientro è Mezzi a dare il massimo vantaggio alle piemontesi (18-15). Ma Pesaro non ci sta e con un parziale di 5-1 (con fast di Mastrodicasa e ace di Degradi) ribalta la frazione (20-19 da 15-18). Questa volta è coach Guidetti a giocarsi il secondo time out. E’ ancora la myCicero ad avere la palla del 21-19 ma la fallisce ed è Nenkovska a pareggiare i conti (20-20). Un errore di Degradi regala il +2 decisivo alla Fenera (21-23) che grazie ancora all’attaccante bulgaro pareggia i conti.

Terzo set, decisivo ai fini della contesa, che vede subito Pesaro innestare la quinta e volare sul 4-1 grazie a due ace consecutivi di Degradi che costringono Guidetti a giocarsi subito il primo time out. Pesaro allunga ancora con Olivotto (5-1) ma la Fenera è in partita e, con un parziale di 5-0, riapre la contesa ( da 1-5 a 6-5) grazie ad un muro di Leggs. Questa volta è Bertini a dover fermare il gioco con il time out. Un muro di Olivotto ferma l’emorragia di punti in favore delle padrone di casa; la myCicero pare riprendersi e tenta una prima fuga sull’8-6 e sul 9-7 e poi ancora sull’11-9. Pesaro prova ad allungare sul 15-12 ma Chieri non ci sta e impatta sul 17 pari. Pesaro ritenta una fuga con un parziale di 4-1 (21-18) ma la Fenera “restituisce” la cortesia e pareggia ancora (21-21). A questo punto la Fenera si regala due set point annullati dalla myCicero che, a sua volta, ne spreca uno ma non manca la seconda opportunità grazie ad un errore della Fenera (segnatamente un attacco out di Mezzi – ndr) aggiudicandosi un sofferto terzo parziale.

Quarta frazione che vede ancora Pesaro partire subito bene (5-2), ma Chieri è ancora viva (5-6). Altro allungo rossoblù che pare quello decisivo grazie anche a qualche errore di troppo di Serena e compagne (9-6; 12-8 e 13-9). Mastrodicasa si prende la myCicero sulle spalle e prova a farle fare la fuga decisiva (18-12). Guidetti chiama time out per cercare di fermare l’onda rossoblù ma pare tutto vano. La panchina di Chieri (Errichiello e Scapati nello specifico) danno energia fresca alla Fenera che dal 12-20 va sul 16-20 ma Pesaro non perde il controllo e con altri due punti cerca di mettere in cassaforte la vittoria (22-16). Tutto finito? Macchè! Pesaro conquista la vittoria grazie ad un errore di Mezzi in battuta e a un pallonetto di Mastrodicasa ma non dopo aver sofferto e sudato le proverbiali sette camicie per aggiudicarsi il set e la partita (Chieri ha piazzato un parziale di 10-5 passando da 12-20 a 22-25).

“Bellissima partita giocata a viso aperto da entrambe le squadreè questo il commento finale di Matteo Bertini – Loro hanno provato cose diverse in attacco e hanno usato bene l’asse muro-difesa e questo esalta ancora di più la nostra prestazione. Decisivo il terzo parziale? Sì per la nostra vittoria ma è altrettanto vero che se avessimo giocato con maggiore lucidità il secondo, forse, avremmo potuto chiudere la contesa anche prima. Comunque sono molto soddisfatto della mia squadra e faccio i complimenti a Chieri: poche squadre passeranno su questo taraflex”.